Newsletter n° 8 – 2021

19 - Ott - 2021 | Contributi, Newsletter

Regaliamo un pò di morbidezza

Per festeggiare i 30 anni dell’Associazione Il Ponte di Casa S.Chiara, i volontari hanno deciso di regalare ai ragazzi del nuovo “Centro Aldina Balboni per la riabilitazione e l’accoglienza” in costruzione a Bologna all’interno del complesso di Villa Pallavicini (Bologna a Borgo Panigale), una “STANZA MORBIDA”. Questa stanza vuole offrire un ambiente in cui sentirsi tranquilli e rilassati per provare emozioni che favoriscano lo stare bene con se stessi e con le altre persone. Dovrà essere un luogo particolarmente accogliente, mirato a migliorare la vita di persone con disabilità cognitive o con disturbi dello spettro autistico, alzando la soglia di tolleranza allo stress e riducendo eventuali comportamenti aggressivi. Per i volontari è un obiettivo molto impegnativo ma hanno bisogno di essere aiutati per centrarlo!

Sei un vecchio volontario?
Sei un amico di Casa Santa Chiara?
Ci stai appena conoscendo?

Si può scegliere tra gli importi proposti o fare una donazione libera e, guidati da semplici istruzioni, si esegue il versamento che può essere fatto con: carta di credito/prepagata, Paypal, Satispay e Bonifico Bancario. Si riceverà successivamente una ricompensa come segno di ringraziamento dell’aiuto offerto.

E’ possibile fare anche donazioni con denaro contante lasciando una busta presso la Bottega dei Ragazzi, la sede di via De’ Mattuiani o consegnandola ai responsabili dei Centri.
Sulla busta scrivere REGALIAMO UN PO’ DI MORBIDEZZA con nome cognome, telefono ed indirizzo email (oppure solo la casuale della donazione se si vuole rimanere anonimi)

Per qualsiasi ulteriore informazione e/o chiarimento scrivere a: sostienici.ilponte@casasantachiara.it

Festa dell’Amicizia 2021

Sono ritornati i banchetti del Mercatino e quelli dei lavori dei Centri, è ritornato il pranzo comunitario, la lotteria e l’intrattenimento pomeridiano: si quest’anno è finalmente ritornata la Festa dell’Amicizia che tutti conosciamo e amiamo.
Certo è stata ancora condizionata dal Covid che ancor non è stato sconfitto, ma mascherine, green pass e il necessario distanziamento non hanno impedito di ritrovare l’allegria dell’incontrarsi e il respirare l’amicizia che da sempre hanno caratterizzato questo importante momento della nostra comunità.

Come è tradizione la festa ha avuto come luogo Villa Pallavicini ed è iniziata con la celebrazione della S.Messa che si è svolta all’aperto, presieduta da don Massimo Vacchetti con la concelebrazione di don Fiorenzo Facchini: la numerosissima partecipazione ha contribuito a rendere subito piacevole la giornata.
In coda alla S.Messa i rituali saluti di Paolo Galassi (presidente di Casa Santa Chiara), Antonella Lorenzetti (presidente Associazione Il ponte di Casa S.Chiara) e di don Fiorenzo Facchini (presidente della Fondazione S.Chiara).
Infine Angela Turrini, in versione donna-sandwich, ha presentato la nuova campagna di raccolta fondi “Regaliamo un po’ di morbidezza”. Quindi al grido “ci sono le lasagne!” tutti si sono messi in fila per il controllo del Green pass – era obbligatorio per accedere alla sala del pranzo all’interno della villa – e godere del piacere della tavola che è una consuetudine sempre molto apprezzata.
Dopo il pranzo la festa è continuata all’esterno con l’estrazione dei premi della lotteria e l’intrattenimento musicale del karaoke con il quale si è cantato (e ballato) insieme.
Al termine i saluti senza abbracci come vogliono le regole, ma con la speranza di poterlo fare l’anno prossimo perchè, questo bellissimo gesto con cui si esprime affetto verso l’altra persona e tanto usato nella nostra comunità, è stato l’unico elemento mancante della ritrovata Festa dell’Amicizia.

Montechiaro compie 40° anni

Montechiaro non è solo un bellissimo luogo appoggiato sulle colline di Sasso Marconi, ma soprattutto una splendida esperienza fatta di persone e di sentimenti. Il Centro diurno nasce per volere di Aldina per dare ai ragazzi che volevano lavorare questa possibilità sia per sentirsi utili che per poter dimostrare quello che sapevano fare. E’ il primo Centro diurno di Casa Santa Chiara, ufficialmente iniziato nella sua forma strutturata nell’ottobre del 1981 ma già da qualche anno volontari e obiettori andavano su a fare attività con alcuni ragazzi. Le attività dei primi anni erano dedicate alla manutenzione del caseggiato, al recupero di alcuni locali che al momento erano inagibili e successivamente si costruirono attrezzature per l’allevamento degli animali: galline, conigli, capre, faraone… Si provvedeva alla pulizia del bosco, si faceva l’orto e ovviamente si cucinava molto. Il lavorare in comunità è sempre stata la principale caratteristica ma il Centro si è voluto anche aprire all’esterno ospitando gruppi di bambini delle scuole materne per coinvolgerli con le proprie maestre alle varie l’attività. Nel tempo le attività sono cambiate: le galline e i conigli sono via via diminuiti e hanno cominciato a stare liberi in un ampio spazio, non più venduti ma solo accuditi. E’ nato il CandeLab, il laboratorio delle candele per il recupero dei ceri usati in Chiesa. L’orto serve principalmente per rifornire il laboratorio delle erbe che adesso produce principalmente vasetti di salamoia: cedrina, rosmarino, salvia, timo e alloro. Il laboratorio del miele si dedica al confezionamento di vasetti di miele che viene prodotto da un’azienda di Budrio. I prodotti sono venduti nel negozio di Casa Santa Chiara “La Bottega dei ragazzi” in Via Morgagni o tramite privati che richiedono principalmente bomboniere per matrimoni, battesimi, cresime ecc… Per le festività vengono create su ordinazione anche ceste e confezioni regalo. L’attività della legna è rimasta una costante nel tempo con consegne di legname da ardere per camini e stufe circa una volta a settimana. Per i ragazzi è importante non solo il lavoro ma anche il tempo che si passa insieme e sono molte le attività ricreative che vengono proposte. Quando c’è da fare della balotta qui nessuno si tira indietro, mantenendo intatto quello spirito goliardico che è sempre stato una delle peculiarità del Centro, dove dopo 40 anni si continua a lavorare, scherzare e ridere.

Se volete anche voi avere una delle fantastiche magliette create per i 40 anni di Montechiaro, potete inviare una mail a: montechiaro@casasantachiara.it

Colori disponibili per il momento:

  • Giallo con scritta rossa
  • Nero con scritta gialla

Seguici su FACEBOOK per condividere progetti, iniziative, attività della Comunità:
qui hai anche la possibilità di dialogare e confrontarti.

Altre pubblicazioni di Contributi | Newsletter che potrebbero interessarti:
Newsletter n° 7 – 2021

Newsletter n° 7 – 2021

Festa di S.Chiara a SottocastelloL'11 agosto, giorno di S. Chiara, ogni anno a Sottocastello di Cadore nella casa per ferie della comunità viene organizzata una grande festa a cui partecipano sia coloro che sono ospiti che tanti altri che arrivano da Bologna o altri...

Newsletter n° 6 – 2021

Newsletter n° 6 – 2021

La pandemia Coronavirus che ci ha investiti ha condizionato le vite delle persone inserite nelle nostre strutture residenziali e sottoposte alle stringenti regole per la limitazione del contagio. Queste persone, anche dopo la sospensione del lockdown, hanno visto...

Newsletter n° 5 – 2021

Newsletter n° 5 – 2021

AVVISO IMPORTANTE Per continuare a ricevere questa Newsletter e il Giornalino il Ponte è necessario dare il proprio consenso come richiesto dalla vigente normativa sulla Privacy. Sul sito web cliccando qui vieni reindirizzato alla pagina per registarti , dopo aver...

Se vuoi ricevere le nostre Newsletter compila il form qui sotto

Andate avanti con coraggio

20 Marzo 2019 ore 18.30 Cinema BellinzonaDi ALDINA parlano le sue opere, le tante persone per le quali ha speso la sua vita. La ricostruzione della storia di ALDINA e di Casa Santa Chiara – l’opera che essa ha realizzato – curata con competenza e con amore, da due...

Al mattino è IL PONTE che ha … l’oro in bocca

In genere si dice che … “il mattino ha l’oro in bocca”, per declamare la bellezza delle prime ore del mattino, quando la calma ci fa assaporare meglio il gusto della vita. Beh.. siccome a noi piacciono le sfide, vogliamo cambiare un po’ il senso di questo detto e...

Bilancio Sociale 2020

Il 10 giugno 2020 è stato approvato dall'assemblea dei soci il Bilancio Sociale 2020. clicca qui a fianco per visualizzarlo

Il Giornalino n° 30 Maggio 2013

ALDINA PREMIATA CON IL NETTUNO D’ORO 2013Amici di Casa Santa Chiara, La Giunta comunale, su proposta del sindaco Virginio Merola, ha conferito il Nettuno d’Oro ad Aldina Balboni. Il premio viene assegnato a cittadini che abbiano onorato con la propria attività...

Il Giornalino n° 24 Maggio 2011

Aperto per ferie per l'estate 2011E’ stato un inverno importante per i volontari di Casa Santa Chiara: il ritiro-happening di Labante… le vacanze di Natale… il corso di formazione al Ponte… gli incontri, il secondo giovedì di ogni mese, a San Giuseppe. Tutti questi...

Il Giornalino n° 25 Settembre 2011

Ciao Don SaverioE’ stato un anno molto difficile per la nostra comunità di Casa S. Chiara, perché, come avete letto anche nel giornalino precedente, diversi ragazzi che frequentavano i nostri centri o gruppi famiglia, sono andati in Cielo, e non ultimo la notizia di...

Premio Provincia 2003

Il 6 maggio 2005 Aldina ha ricevuto il Premio Provincia 2003. La Presidente Beatrice Draghetti ha così motivato il conferimento ad Aldina “…..che ha dedicato la sua vita alle persone in condizioni di debolezza o disabilità, per le quali ha realizzato nello spirito...

Il Giornalino n° 17 Gennaio 2007

Casa Santa Chiara ha ampliato i suoi spazi con una nuova costruzione adestinazione abitativa: LA CASA DEI RAGAZZI Completata dopo soli 17 mesi dalla posa dellaprima pietra la casa, inaugurata il 18 settembre scorso, si affianca alcentro diurno, andando ad accogliere...

Il Giornalino n° 44 Gennaio 2018

LA CASA DI PRUNARO IN FESTA !  Eravamo in tanti lo scorso 7 ottobre ad accogliere Mons.Matteo Zuppi, don Edelweiss e don Fiorenzo in prima fila, con Paolo, Simona e i rappresentanti delle Istituzioni che hanno partecipato alla tavola rotonda: il Sindaco di Budrio,...

Newsletter n° 7 – 2020

PREMIO NETTUNO D'ORO A DON FIORENZO Per tutti noi è don Fiorenzo. Lo abbiamo sempre visto accanto all'Aldina e successivamente prenderne il posto come principale riferimento della nostra grande famiglia. E' anche il sacerdote che da sempre e' la nostra guida...