Il Giornalino n° 25 Settembre 2011

2 - Set - 2011 | Il Giornalino

Ciao Don Saverio

E’ stato un anno molto difficile per la nostra comunità di Casa S. Chiara, perché, come avete letto anche nel giornalino precedente, diversi ragazzi che frequentavano i nostri centri o gruppi famiglia, sono andati in Cielo, e non ultimo la notizia di questi giorni, anche il nostro amico di sempre, Don Saverio Aquilano, ci ha lasciato per raggiungere tutti i ragazzi e stare ancora più vicino a loro nella Beatitudine Celeste . La Messa esequiale è stata celebrata dal Cardinale Arcivescovo Carlo Caffarra, nella palestra di Villa Pallavicini davanti a più di mille persone e tantissimi sacerdoti (quasi cento) presenti, segno visibile del bene che Don Saverio ha seminato nel corso della sua lunga esistenza. Nell’Omelia il Cardinale ha voluto ricordare la figura di questo sacerdote semplice, ma deciso: “Egli non visse per se stesso, ma per il Signore, perché visse per chi aveva bisogno di un bene fondamentale per l’uomo disabile: il lavoro, che non è solo un mezzo di sussistenza, e di produzione, ma è la via attraverso cui l’uomo è riconosciuto e si realizza. Tutto questo è vero di chi ha gravi disabilità, purché si applichi l’aurea regola: l’uomo giusto al posto giusto. L’impegno di Don Saverio è stato benedetto dal Signore: questo sacerdote ha lavorato gomito a gomito con e per i ragazzi anticipando metodi e intuizioni che poi diventeranno patrimonio acquisito della nostra convivenza civile “. E’ vero, siamo un pò tristi, ma la nostra fede ci porta a credere che anche la Festa dell’Amicizia di quest’anno sarà una doppia festa perché anche lassù in comunione con noi, tanti ragazzi insieme a Elena e Don Saverio, godranno insieme a noi della bellezza e della gioia della giornata di DOMENICA 9 OTTOBRE, sopratutto nel momento più forte e più bello qual è la S. Messa. Che il Signore e Maria continuino ad essere vicini alla nostra Comunità anche nei momenti di prova, e ci facciano comprendere che abbracciare la Croce con fede è la strada della nostra salvezza, è la strada che ci porta alla beatitudine eterna del Cielo.

Daniele Guasti

Qui la copia integrale del giornalino con altri articoli molto interessanti al suo interno

Seguici su FACEBOOK per condividere progetti, iniziative, attività della Comunità:
qui hai anche la possibilità di dialogare e confrontarti.

Altre pubblicazioni di Il Giornalino che potrebbero interessarti:
Il Giornalino n° 55 Dicembre 2021

Il Giornalino n° 55 Dicembre 2021

Aldina ha messo un seme.  Montechiaro è, sí, un bellissimo luogo appoggiato sulle colline di Sasso Marconi, ma è anche e soprattutto una splendida esperienza fatta di persone e di sentimenti.Dando vita a Casa Santa Chiara Aldina non ha semplicemente fondato una...

Il Giornalino n° 54 Settembre 2021

Il Giornalino n° 54 Settembre 2021

40° anni Insieme al Ponte. Tra maggio e luglio, Il Ponte di Casa Santa Chiara si è impegnato a realizzare il PonFest: un festival di attività espressive, svolte all’aperto in piccoli gruppi con cadenza settimanale, per celebrare i 40 anni dall’apertura del nostro...

Il Giornalino n° 53 Aprile 2021

Il Giornalino n° 53 Aprile 2021

Nel giorno del compleanno di Aldina. Quando con Aldina, prima della malattia che la portò alla morte, si decise di cercare una nuova sede per il centro di Casa S.Chiara di Calcara, non si pensò subito a Villa Pallavicini, dove già aveva trovato accoglienza un nostro...

Se vuoi ricevere le nostre Newsletter compila il form qui sotto

Il Giornalino n° 20 Gennaio 2010

Il Signore ha messo un seme A Bologna c’è un museo, forse poco conosciuto in relazione alla sua importanza, che si chiama ‘Mille suoni e mille voci’: è una collezione senza pari sulla storia della radio e della comunicazione tecnologica. La storia di Casa Santa Chiara...

Al mattino è IL PONTE che ha … l’oro in bocca

In genere si dice che … “il mattino ha l’oro in bocca”, per declamare la bellezza delle prime ore del mattino, quando la calma ci fa assaporare meglio il gusto della vita. Beh.. siccome a noi piacciono le sfide, vogliamo cambiare un po’ il senso di questo detto e...

La laurea del cuore

La Laurea del Cuore Festival 1° EDIZIONEIn chiusura del 50° anno dalla sua fondazione, la cooperativa Casa Santa Chiara propone, in collaborazione con la Fondazione IPSSER, questo significativo evento."La laurea del cuore" rimanda a una frase ripetuta spesso da Aldina...

Newsletter n° 5 – 2020

BUON LAVORO AL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONESabato 4 luglio, nella palestra del Centro Chicco di Villanova di Castenaso, si è svolta l'assemblea di cooperativa Casa Santa Chiara per approvare il bilancio 2019 ed eleggere, per il prossimo triennio, il nuovo...

Il Giornalino n° 46 Settembre 2018

Vi aspettiamo al PONTE !!  È tornato di nuovo il mese di settembre! Noi siamo di nuovo pronti a riprendere le attività del ponte. Il lunedì ci aspetta con il suo gazzettino: sarete entusiasti di leggere i resoconti delle partite di serie A del calcio, i racconti delle...

Il Giornalino n° 16 Settembre 2008

Ci siamo, ma è stata dura!! La costruzione di cui si sono posate le prime pietre nella primavera 2007 è ultimata. Il cantiere ha dovuto subire una fase di fermo a causa di un incendio, probabilmente doloso, verificatosi il 20 febbraio di quest’anno. I danni arrecati...

Sulla traccia di Aldina

“Vi raccomando i miei ragazzi... abbiate cura di loro... ”, erano le parole che Aldina ripeteva spesso nelle ultime settimane della sua esistenza terrena. E’ l’impegno che ora risuona nella mente e nel cuore dei tanti amici che l’ hanno incontrata in quel periodo....

Andate avanti con coraggio

20 Marzo 2019 ore 18.30 Cinema BellinzonaDi ALDINA parlano le sue opere, le tante persone per le quali ha speso la sua vita. La ricostruzione della storia di ALDINA e di Casa Santa Chiara – l’opera che essa ha realizzato – curata con competenza e con amore, da due...

Il Giornalino n° 39 SPECIALE ALDINA

“Si è spenta una grande luce. Aldina ha testimoniato il vangelo, aveva una profonda fede nella provvidenza. Il suo impegno va nel tesoro di solidarietà che custodisce il patrimonio più profondo della nostra città” Oggi siamo qui perché fili invisibili, ma non casuali,...