Casa Santa Chiara – Società Cooperativa Sociale
Via De Mattuiani, 1 – 40124 Bologna
Tel. 051 236226 – Fax 051 226187
C.F. e P. IVA 01054710379

amministrazione@casasantachiara.it
casasantachiara@pec.confcooperative.it

Centro Socio Riabilitativo

Calcara

Covid – 19 Noi rispettiamo le regole

Il Centro Socio-Educativo inizia la sua storia nel Settembre del 1992 in un vecchio asilo parrocchiale di fianco alla chiesa del paese. Obiettivo prioritario del Centro è il mantenimento del benessere psico-fisico delle persone accoltie, finalizzata all’acquisizione di una maggior capacità di gestione della propria vita quotidiana. Tutti sono pertanto coinvolti nelle mansioni quotidiane , nelle mansioni di responsabilità e sono accompagnati all’autonomia della cura di sé per un consolidamento delle propria identità personale e sociale

16 Ragazzi Accolti

Carta dei Servizi

Dove Siamo

Contatti

Via Mazzini, 40
40056 Crespellano (BO)
051 962188
calcara@casasantachiara.it

Attività occupazionali proposte
  • laboratorio di bomboniere
  • laboratorio di falegnameria
  • laboratorio per realizzare sapone
  • laboratorio di carta riciclata e cartonnage
Attività espressive
  • teatro
  • attività grafico-pittoriche
Percorso di inclusione sociale nel territorio
  • fare la spesa
  • fare commissioni
  • passeggiate e gite
  • uscite con pranzo al ristorante, in pizzeria, al fast food

Finalità educative

Come definito nel Progetto la finalità operativa è quella di creare filoni educativi differenziati che, sulla base dei bisogni di ciascuno, attraverso l’impostazione per piccoli gruppi di lavoro con una approccio dall’abilitativo-formativo al lavorativo, ne consideri le autonomie e le capacità oltrechè la possibilità di sviluppo.
La struttura che ci accoglie è il vecchio asilo parrocchiali di Calcara, ubicato nel cuore del paese a fianco della chiesa.
Questa felice posizione ci permette di vivere meglio e più direttamente la dimensione della socialità integrata attraverso la spesa nei negozi vicini, l’utilizzo della ludoteca comunale, dell’ufficio postale, le passeggiate nei parchi circostanti, l’amicizia con diversi volontari e tirocinanti che abitano in paese e nei paesi vicini.

L’approccio educativo

L’obiettivo prioritario del Centro è il mantenimento del benessere psico-fisico dei ragazzi accolti, per cui la proposta educativa è tesa a fornire loro gli strumenti necessari ad una più adeguata gestione della propria vita quotidiana. Il coinvolgimento di ciascuno nei ritmi delle mansioni quotidiane (apparecchiare, lavare i piatti, asciugare…), delle mansioni di responsabilità (attività di lavanderia, servizio a tavola..), nei percorsi di autonomia della cura di sé (vestirsi, svestirsi, lavarsi…) permette il consolidamento delle proprie capacità, fornisce un sostegno all’autostima e rafforza un’ identità personale e sociale.
La scelta delle proposte laboratoriali e delle attività si avvale dell’analisi dei bisogni specifici di ciascuno e dell’osservazione partecipata, che aiuta a calibrare gli interventi e le strategie educative lungo il percorso dell’anno.
Lo strumento privilegiato, sia per le potenzialità molto diverse che i ragazzi presentano che per le finalità stesse del Centro, è costituito dalla RELAZIONE INTERPERSONALE la quale permette di stabilire un contatto comunicativo ed un rapporto che cerca di rispondere a tutte le esigenze individuali.

In un ottica di presa in carico complessiva della persona, il Centro cerca di promuovere occasioni stabili di convivenza e socializzazione nel mondo esterno, di partecipazione a proposte culturali e di tempo libero, di mantenere rapporti con il volontariato tramite impegni programmati e occasionali.
Sono quindi esperienze significative e formative in tal senso le uscite a piccoli gruppi per andare a vedere gli spettacoli del Teatro per ragazzi; l’attività di lettura all’interno degli spazi della biblioteca comunale; la gestione delle vendite dei prodotti della cooperativa al negozio “La Bottega dei Ragazzi”; le serate al cinema, al bowling e in pizzeria; gli stage all’interno delle scuole elementari dove ci chiamano a insegnare le fasi di realizzazione di alcuni prodotti (la carta riciclata, le candele) che rappresenta un’occasione straordinaria per evidenziare le diverse abilità maturate e vederle riconosciute.

Le bomboniere

La cartotecnica

Montechiaro

Il Centro nasce verso la fine del 1981 per dare risposta al diritto al lavoro delle persone disabili prive di occupazione. Il centro vuole valorizzare gli elementi della quotidianità e offre un ambiente di campagna con delle attività ad esso collegate. Le attività manuali proposte sono prevalentemente agricole (manutenzione del giardino e del bosco, raccolta e vendita legna, orto aromatico,ecc.) affiancate da altre attività manuali (falegnameria e saponeria):queste attività integrano quelle che mirano all’autonomia della persona.

Colunga

Il Centro svolge la sua attività da più di trent’anni per offrire un lavoro manuale artigianale e artistico con la finalità di sviluppare le singole potenzialità di ciascuna persona con disabilità. Attraverso questa esperienza si vuole contribuire al miglioramento delle autonomie personali, delle capacità cognitive e delle capacità affettivo-relazionali. E’ nello storico laboratorio artigianale si che producono le icone in legno e calchi in gesso gestendo anche dell’intero processo produttivo.

Chicco Balboni

E’ un Centro Educativo Riabilitativo per ragazzi con disabilità che necessitano di percorsi educativo riabilitativi. E’ a Villanova di Castenaso (Bo) e accoglie persone in età preadolescenziale ed adolescenziale con disabilità medio grave, grave o gravissima: la finalità è quella di migliorare la capacità di esprimere le potenzialità del singolo con il sostegno di relazioni privilegiate, accoglienti ed empatiche.

SHOPPING SOLIDALE

La Bottega dei Ragazzi

Un modo diverso di fare acquisti

Questo è un negozio nel centro di Bologna in cui si possono acquistare i prodotti che escono dai Laboratori Artigianali dei Centri diurni di Casa Santa Chiara assieme ad altri sempre di produzione artigianale. E’ gestito da volontari e si possono incontrare anche le persone che realizzano i prodotti perché a rotazione sono presenti anche nella vendita.

Centro Socio Riabilitativo

Calcara

Covid – 19 Noi rispettiamo le regole

Il Centro Socio-Educativo inizia la sua storia nel Settembre del 1992 in un vecchio asilo parrocchiale di fianco alla chiesa del paese. Obiettivo prioritario del Centro è il mantenimento del benessere psico-fisico delle persone accoltie, finalizzata all’acquisizione di una maggior capacità di gestione della propria vita quotidiana. Tutti sono pertanto coinvolti nelle mansioni quotidiane , nelle mansioni di responsabilità e sono accompagnati all’autonomia della cura di sé per un consolidamento delle propria identità personale e sociale

16 Ragazzi Accolti

Carta dei Servizi

Dove Siamo

Contatti

Via Mazzini, 40
40056 Crespellano (BO)
051 962188
calcara@casasantachiara.it

Finalità educative

Come definito nel Progetto la finalità operativa è quella di creare filoni educativi differenziati che, sulla base dei bisogni di ciascuno, attraverso l’impostazione per piccoli gruppi di lavoro con una approccio dall’abilitativo-formativo al lavorativo, ne consideri le autonomie e le capacità oltrechè la possibilità di sviluppo.
La struttura che ci accoglie è il vecchio asilo parrocchiali di Calcara, ubicato nel cuore del paese a fianco della chiesa.
Questa felice posizione ci permette di vivere meglio e più direttamente la dimensione della socialità integrata attraverso la spesa nei negozi vicini, l’utilizzo della ludoteca comunale, dell’ufficio postale, le passeggiate nei parchi circostanti, l’amicizia con diversi volontari e tirocinanti che abitano in paese e nei paesi vicini.

Attività occupazionali proposte
  • laboratorio di bomboniere
  • laboratorio di falegnameria
  • laboratorio per realizzare sapone
  • laboratorio di carta riciclata e cartonnage
Attività espressive
  • teatro
  • attività grafico-pittoriche
Percorso di inclusione sociale nel territorio
  • fare la spesa
  • fare commissioni
  • passeggiate e gite
  • uscite con pranzo al ristorante, in pizzeria, al fast food

L’approccio educativo

L’obiettivo prioritario del Centro è il mantenimento del benessere psico-fisico dei ragazzi accolti, per cui la proposta educativa è tesa a fornire loro gli strumenti necessari ad una più adeguata gestione della propria vita quotidiana. Il coinvolgimento di ciascuno nei ritmi delle mansioni quotidiane (apparecchiare, lavare i piatti, asciugare…), delle mansioni di responsabilità (attività di lavanderia, servizio a tavola..), nei percorsi di autonomia della cura di sé (vestirsi, svestirsi, lavarsi…) permette il consolidamento delle proprie capacità, fornisce un sostegno all’autostima e rafforza un’ identità personale e sociale.
La scelta delle proposte laboratoriali e delle attività si avvale dell’analisi dei bisogni specifici di ciascuno e dell’osservazione partecipata, che aiuta a calibrare gli interventi e le strategie educative lungo il percorso dell’anno.
Lo strumento privilegiato, sia per le potenzialità molto diverse che i ragazzi presentano che per le finalità stesse del Centro, è costituito dalla RELAZIONE INTERPERSONALE la quale permette di stabilire un contatto comunicativo ed un rapporto che cerca di rispondere a tutte le esigenze individuali.

In un ottica di presa in carico complessiva della persona, il Centro cerca di promuovere occasioni stabili di convivenza e socializzazione nel mondo esterno, di partecipazione a proposte culturali e di tempo libero, di mantenere rapporti con il volontariato tramite impegni programmati e occasionali.
Sono quindi esperienze significative e formative in tal senso le uscite a piccoli gruppi per andare a vedere gli spettacoli del Teatro per ragazzi; l’attività di lettura all’interno degli spazi della biblioteca comunale; la gestione delle vendite dei prodotti della cooperativa al negozio “La Bottega dei Ragazzi”; le serate al cinema, al bowling e in pizzeria; gli stage all’interno delle scuole elementari dove ci chiamano a insegnare le fasi di realizzazione di alcuni prodotti (la carta riciclata, le candele) che rappresenta un’occasione straordinaria per evidenziare le diverse abilità maturate e vederle riconosciute.

Le bomboniere

La cartotecnica

Gli altri Centri diurni di
Casa Santa Chiara

Montechiaro

Il Centro nasce verso la fine del 1981 per dare risposta al diritto al lavoro delle persone con disabilità prive di una occupazione. Qui si vogliono valorizzare gli elementi della quotidianità in un ambiente di campagna con delle attività ad esso collegate. Le attività prevalentemente proposte sono di tipo agricolo (manutenzione del giardino e del bosco, raccolta e vendita legna, orto aromatico,ecc.) affiancate da altre attività manuali (falegnameria e saponeria): queste attività vogliono essere integrative a quelle principali che mirano all’autonomia della persona.

Colunga

Il Centro svolge la sua attività da più di trent’anni per offrire un lavoro manuale artigianale e artistico con la finalità di sviluppare le singole potenzialità di ciascuna persona con disabilità. Attraverso questa esperienza si vuole contribuire al miglioramento delle autonomie personali, delle capacità cognitive e delle capacità affettivo-relazionali. E’ nello storico laboratorio artigianale si che producono le icone in legno e calchi in gesso gestendo anche dell’intero processo produttivo.

Chicco Balboni

E’ un Centro Educativo Riabilitativo per ragazzi con disabilità che necessitano di percorsi educativo riabilitativi. E’ a Villanova di Castenaso (Bo) e accoglie persone in età preadolescenziale ed adolescenziale con disabilità medio grave, grave o gravissima: la finalità è quella di migliorare la capacità di esprimere le potenzialità del singolo con il sostegno di relazioni privilegiate, accoglienti ed empatiche.

SHOPPING SOLIDALE

La Bottega dei Ragazzi

Un modo diverso di fare acquisti

Questo è un negozio nel centro di Bologna in cui si possono acquistare i prodotti che escono dai Laboratori Artigianali dei Centri diurni di Casa Santa Chiara assieme ad altri sempre di produzione artigianale. E’ gestito da volontari e si possono incontrare anche le persone che realizzano i prodotti perché a rotazione sono presenti anche nella vendita.