Colunga Artigianale

Il Centro di Colunga, nei suoi più di trent’anni di storia, ha accolto decine di persone con disabilità intellettiva medio-grave, offrendo loro un luogo protetto immerso nel verde dove il lavoro manuale artigianale e artistico diventa il motivo trainante e motivante dell’esperienza quotidiana.

Gli ambiti di impegno sono a tutt’oggi diversificati:prendono l’avvio dalle singole potenzialità di ciascuna persona con disabilità e poggiano sulle specifiche competenze artigiane dell’equipe degli operatori, che completano con queste la loro formazione educativa specifica. L’obiettivo primario è il mantenimento e il miglioramento delle autonomie personali, delle capacità cognitive e delle capacità affettivo-relazionali; esse mirano a rispondere ai bisogni primari psichici ed affettivi delle persone, affinché possano mantenere e raggiungere un adeguato ben-essere psicofisico.

Oggi, attorno al nucleo storico del laboratorio artigianale, l’offerta di attività è particolarmente articolata, e per questo capace di meglio rispondere alle differenti possibilità e necessità delle persone con disabilità che lo frequentano. Gli spazi si sono andati definendo per le attività proposte:
• lo spazio esterno con il giardino, l’orto e il terrazzo,
• il piano terra con i laboratori del vino, della falegnameria, e degli stampi,
• il primo piano con i lavoratori della carta, le attività espressive e della musica

In particolare nel piano terra è organizzato lo storico laboratorio artigianale, dove si producono oggi icone in legno e calchi in gesso, attraverso un complesso processo produttivo – dalla promozione del prodotto, alla raccolta dell’ordine, alla esecuzione, al confezionamento, alla consegna – interamente gestito dall’equipe di laboratorio, formata da 8 persone con disabilità e da 3 operatori.

Queste attività proposte, hanno primariamente un significato teso a costruire una mediazione che consenta l’instaurarsi di relazioni interpersonali positive attraverso la valorizzazione dei rapporti diretti e le interazioni tra il singolo ed il gruppo. Quindi debbono necessariamente essere esperienze autentiche ed essere organizzate a partire da dati reali: richiesta di commesse da realizzare, ordini da raccogliere, organizzare ed evadere. A motivo di ciò la realizzazione di piccole immagini in legno o in gesso a stampa, per le cerimonie e le ricorrenze religiose costituisce per il laboratorio artigianale una concreta possibilità produttiva. Questa permette lo sviluppo di un processo, che garantendo un micro introito viene impiegato al rifinanziamento del laboratorio stesso con l’acquisto dei materiali, della strumentazione necessaria e assicura un riconoscimento economico per i lavoratori con disabilità che vi partecipano.